Servizio Minori e Famiglia

 Responsabile - Marianna ANGELI

 

Contatti:

Telefono : 0364/22693 - Fax: 0364/321463

Email: info@atspvallecamonica.it

PEC: atspvallecamonica@legalmail.it

 

Orari di ricevimento:

Si riceve previo appuntamento.

 

l servizio è articolato secondo i seguenti sotto-servizi:

  • Équipe Tutela Minori
  • Servizio Affidi
  • Spazio Neutro
  • Servizi Residenziali e Diurni per Minori
  • Servizi Domiciliari per Minori

 

FINALITÀ E OBIETTIVI

Il Servizio opera attraverso l’équipe psicosociale Tutela Minori a favore delle situazioni familiari e personali di minori sottoposti a provvedimenti dell’Autorità Giudiziaria, Ordinaria e Minorile nel settore civile, penale e amministrativo.

L’équipe psicosociale, composta da Psicologi e Assistenti Sociali, garantisce interventi finalizzati ad una corretta valutazione del minore e della sua famiglia, all’elaborazione, realizzazione e verifica di un progetto di aiuto specifico, in attuazione alle disposizioni dell’Autorità Giudiziaria procedente. In tale contesto, attiva la collaborazione con i Servizi territoriali e specialistici per le prestazioni necessarie all’esecuzione dei provvedimenti/richieste.


UTENZA

Destinatari degli interventi sono:

  • i minori e le loro famiglie, residenti con effettivo domicilio sul territorio dei 41 Comuni, interessati da richieste di indagine preliminare o provvedimenti della Magistratura nell’area civile, penale, amministrativa o da interventi dell’Autorità di Pubblica Sicurezza;

  • i Maggiorenni residenti nel territorio dei 41 Comuni con effettivo domicilio interessati da procedimenti Penali o Amministrativi avviati dalla Magistratura Minorile.

 

Destinatari possono altresì essere:

  1. minori dimoranti sul territorio al momento del bisogno di prestazioni non differibili, previo incarico formale dal Comune in cui il minore dimora al momento del bisogno o successiva ratifica di incarico per interventi urgenti;

  2. minori o maggiorenni destinatari di specifica richiesta dell’Autorità Giudiziaria, con residenza formale in uno dei 41 Comuni, ma domiciliati in Comuni extra Ambito, previo formale incarico da parte del Comune di residenza;

  3. minori destinatari di specifica richiesta dell’Autorità Giudiziaria, con domicilio in uno dei 41 Comuni, ma residenti in Comuni extra Ambito, previo formale incarico da parte del Comune di domicilio.

Modalità di accesso al servizio e di dimissione

La presa in carico da parte degli operatori dell’équipe psicosociale avviene a seguito di mandato da parte dell’Autorità Giudiziaria (Procura Ordinaria e Minorile, Tribunale Ordinario e Tribunale per i Minorenni) per procedimenti civili, penali, amministrativi e per provvedimenti dell’Autorità di Pubblica Sicurezza.

Il Servizio, previa verifica presso le anagrafi Comunali in ordine alla correttezza dei dati e in funzione dell’appropriatezza della presa in carico, si occuperà di contattare i diretti interessati. Il primo accesso alle prestazioni dell’équipe psicosociale avviene, di norma, con convocazione scritta degli esercenti la responsabilità genitoriale e/o degli interessati da parte degli operatori e i successivi con calendario programmato e sempre su appuntamento.

Il Servizio Minori e Famiglia formalizza puntualmente l’informazione ai singoli Comuni in merito alla presa in carico e alla conclusione della presa in carico delle situazioni.

La dimissione dal Servizio avviene a seguito:

  • chiusura e archiviazione del procedimento da parte della competente Autorità Giudiziaria;

  • assolvimento dello specifico incarico dell’Autorità Giudiziaria;

  • assenza di incarichi dell’Autorità Giudiziaria da oltre 6 mesi;

  • trasferimento di residenza del nucleo familiare d’origine;

  • raggiungimento della maggiore età da parte dei minori seguiti.

Potrà inoltre essere prevista da parte dell’équipe psicosociale la dimissione delle situazioni dal contesto della presa in carico coatta, qualora venissero meno gli elementi determinanti l’avvio del procedimento giudiziario, dandone informazione agli esercenti la responsabilità genitoriale e ai Comuni di residenza. Contestualmente, ne viene data comunicazione all’A.G. competente, proponendo la chiusura o la definizione dei provvedimenti.

Il Servizio Minori e Famiglia formalizza puntualmente l’informazione ai singoli Comuni in merito alla presa in carico e alla dimissione delle situazioni.

Data iniziale di pubblicazione: 01/01/2021

Ultimo aggiornamento: 10/02/2021