News

Avviso bonus Assistenti Familiari

16 marzo 2020

INFORMATIVA D.G.R. XI/914 BONUS ASSISTENTI FAMILIARI IN ATTUAZIONE DELLA L.R. 15/2015 INTERVENTI A FAVORE DEL LAVORO DI ASSISTENZA E CURA SVOLTO DAGLI ASSISTENTI FAMILIARI

 

FINALITÀ DEL BONUS ASSISTENTI FAMILIARI

Il Bonus “Assistenti Familiari” 2019 è finalizzato a diminuire le spese previdenziali e a garantire alle famiglie con presenza di componenti fragili, la possibilità di accedere alle prestazioni di Assistenti Familiari qualificati e con forme contrattuali e condizioni lavorative in linea con la normativa di settore.

SOGGETTI DESTINATARI

Il destinatario è il datore di lavoro che sottoscrive il contratto dell’assistente familiare, sia esso la persona assistita o altro componente di famiglia vulnerabile con presenza di persona fragile, non obbligatoriamente convivente, in possesso di:

  • ISEE uguale o inferiore a € 25.000;

  • Contratto di assunzione di Assistente familiare con caratteristiche di cui all’art.7 della l.r. 15/2015 (l’Assistente Familiare deve essere iscritta al Registro Territoriale delle Assistenti Familiari dell’Ambito di Valle Camonica)

  • Residenza in Lombardia da almeno 5 anni. 

La persona assistita, se non corrispondente al datore di lavoro, deve essere ugualmente residente in Lombardia da almeno 5 anni.

Il destinatario del Bonus Assistenti Familiari, laddove sia componente di famiglie con presenza di altre situazioni di fragilità, può accedere ad un ulteriore beneficio legato ai parametri di cui alla d.g.r. n. 915/2018 relativa al Fattore Famiglia (FFL) di seguito riportati:

  • numero dei figli del nucleo familiare;

  • abitazione principale gravata da un mutuo per l’acquisto;

  • residenza in regione Lombardia per un periodo maggiore o uguale a 7 anni;

  • presenza di persone anziane di età maggiore o uguale a 65 anni, oltre la persona assistita, o presenza di donne in accertato stato di gravidanza;

  • presenza di persone con disabilità o persone non autosufficienti oltre alla persona assistita.            

Si precisa che non è ammissibile alla misura la persona fragile già destinataria delle misure B1 e B2 del Fondo Nazionale per la non autosufficienza (FNA). Nel caso invece la persona fragile sia stata valutata ammissibile alle citate misure del FNA ma non sia stata presa in carico per mancanza di risorse, la stessa può accedere, in presenza degli specifici requisiti, alla presente misura.

 

Per maggiori dettagli consultare il testo completo dell'avviso.